Divulgazione Cosmic: Il messaggio per l’umanità

Season 1, Episodio 1


admin    14 lug 2015

CD_Promo_E1MessageHumankind.jpg

Divulgazione Cosmica All’interno del programma spaziale segreto con Corey Goode e David Wilcock

DW : Intervisteremo un uomo veramente eccezionale, Corey Goode, 45 anni, originario del Texas. E vivi ancora in Texas, a dire il vero. E ciò che ha fatto, è di farsi avanti come insider, e condividere con me maggiori informazioni a proposito di quanto succede realmente dietro le quinte dei cosiddetti programmi segreti del governo e dei militari, e il loro sviluppo e l’industrializzazione del nostro sistema solare. Si tratta di una storia veramente notevole, in quanto io, negli anni, ho intervistato dozzine di insider, con autorizzazioni a volte 35 volte più alte del Presidente degli Stati Uniti. Non ho divulgato al pubblico il 90% circa di queste informazioni. Poiché A, ci sono persone che possono lasciarci la pelle; B, non volevo rivelare delle cose che mi avrebbero impedito di capire chi fossero i veri insider. Corey si è fatto avanti e non solo conosceva quel 90%, ma aveva molti pezzi che mancavano al mio puzzle, e che io stavo cercando. Sapevo che c’era qualcosa che la gente mi nascondeva. E il tutto si è completato. Allora Corey, benvenuto allo show. Grazie di essere venuto.

CG : Grazie.

DW : Capisco che quanto ci stai per dire è talmente fuori dagli schemi che la gente farà molta fatica ad accettarlo, specialmente se non hanno nessuna conoscenza di questo argomento. Quindi, invece di cercare di prenderli per mano e andarci piano, immergiamoci subito nel bel mezzo. E se tu ci potessi fare una veloce panoramica sul significato che l’essere coinvolto in tutta questa tematica dei programmi spaziali ha avuto nella tua vita.

CG : Ok. Per me è cominciato all’età di sei anni, quando sono stato condotto in quelli che sono conosciuti come programmi MILAB, alcuni lo pronunciano /mailab/.Fui individuato come empatico intuitivo.

DW : Che cosa significa esattamente ?

CG : Intuitivo, quando si dispone di una intuizione profonda su cose che potrebbero accadere.

DW : Tipo la chiaroveggenza?

CG : Sì, capacità pre-cognitive. E empatico, significa avere una forte connessione emotiva con chi ti sta intorno. Puoi sentire ciò che provano e connetterti emotivamente con loro. Questo insieme di capacità era richiesto. E fui addestrato, e si rafforzò. Crebbe a tal punto che quando ebbi circa 12 o 13 anni, io e qualche altro che veniva addestrato con me, fummo messi in un programma in cui fungevamo da cosiddetti supporti EI per la delegazione della Terra in una super federazione. E questa era una federazione composta da una gran quantità di federazioni ET che si incontravano per discutere del grande esperimento.

DW : Che cos’era questo esperimento? Cosa facevano questi ET?

CG : C’era un gruppo di 40 ET di aspetto umano, e altre volte ne erano presenti fino a 60. C’erano in corso 22 programmi genetici.

DW : Che cosa vuol dire ? Che cos’è un programma genetico ?

CG : Programmi in cui loro mischiavano la loro genetica e manipolavano la nostra genetica.

DW : Che erano in corso?

CG : Sì, è ancora in corso adesso. E il tutto verteva su quello. E i delegati della terra avevano cercato di entrare a farne parte per lungo tempo. E finalmente avevano ottenuto un seggio. E come empatici intuitivi, quando sedevamo lì, non sapevamo cosa stesse succedendo. Perché un sacco di quel che accadeva era in questa antica lingua ET, che era molto monotona e che non capivamo. E parte di quanto accadeva avveniva telepaticamente. Quindi noi stavamo semplicemente lì seduti, e ci veniva dato un dispositivo, che era uno smart pad di vetro – che è tipo un iPad - che aveva accesso, fondamentalmente, al database ET. E ci veniva detto di tenere la mente occupata navigando in tutto questo materiale, e questo ci aiutava anche a rilevare un pericolo o un inganno con le nostre capacità di empatici intuitivi.

DW : Che tipo di cose eravate in grado di guardare in questi pad ?

CG : Era - soprattutto volevano che guardassimo le informazioni su questi 22 esperimenti genetici che erano in corso, ma avevamo accesso a ogni genere di altre informazioni. E a seconda - ognuno di noi aveva i propri interessi - guardavamo ogni specie di informazione. E ho guardato talmente tante informazioni, che è quasi come ricordarsi dei tempi passati al college, tutti i libri che hai letto e tutte le informazioni che hai guardato. Quante ne riesci a ritenere? Cioè, in questo modo? Le informazioni erano talmente tante.

DW : Hai mai posto una domanda a cui non hai potuto avere risposta, dove diceva semplicemente non lo so?

CG : No. Voglio dire, di regola ti usciva l’informazione che era disponibile. Succedeva di imbattersi in certe cose di cui la delegazione umana, e tutto quanto - di cui il nostro gruppo non era al corrente. Ma in pratica avevamo accesso a tutte le informazioni.

DW : Com’era lo schermo? Era simile ad un iPad o?

CG : No, era come - sembrava quasi un pezzo di Plexiglas. Insignificante, da vedere. Se lo gettassero dalla finestra , e tu lo trovassi in un prato, lo raccoglieresti , e penseresti che non è niente di speciale. Lo prendevi in mano, e dovevi attivarlo tramite una componente mentale. E si accendeva nella tua lingua. Le informazioni, si accedeva al database attraverso la mente, e ti mostrava ciò che volevi. Ti mostrava testo, immagini, video, e il video e le immagini erano olografiche in modo tale che uscivano un po’ dallo schermo. Cioè, non uscivano dallo schermo completamente nei modi olografici che alcuni s’immaginano. Ma aveva giusto una profondità di visione olografica a 3 dimensioni.

DW : E a quel punto, potevi ancora vedere la tua mano sotto il vetro?

CG : No.

DW : Quindi prima si oscurava?

CG : Giusto. Sì, diventava tutto opaco, o nero, o qualsiasi altra cosa, prima di cominciare a produrre immagini o testo.

DW : Avevano dei buffer o dei firewall di sicurezza - se facevi certe domande, ti dice che non è autorizzato o qualcosa di simile?

CG : Beh, come ho detto, molto, molto di rado usciva una schermata tutta blu o qualcosa che ti indicava che non era possibile arrivarci. Ma in generale si poteva guardare tutto, e avevamo gli stessi dispositivi sul vascello di ricerca, che ci permettevano di accedere ai nostri database.

DW : Quindi questa è una tecnologia diffusa, una volta arrivati nel programma spaziale.

CG : Sì, e hanno schermi molto più grandi che usano per le conferenze e le dimostrazioni.

DW : Beh, ovviamente hai trovato tantissime informazioni su questi pad. C’è stata qualche informazione che ti è saltata agli occhi e ti è sembrata davvero significativa, e ti ha scioccato, malgrado tutto quanto avevi già imparato fino a quel punto ?

CG : Era davvero interessante che ci fossero - l’informazione era presentata quasi come se - tornando all’analogia del college - ci fossero 22 tesine in concorrenza tra loro, e ognuno di questi programmi di esperimenti genetici presentavano le loro informazioni in quel modo. In qualche maniera erano in competizione l’uno con l’altro. Non tutti lavoravano - non erano tutti lì a braccetto a lavorare insieme.

DW : Questo aveva a che fare con gli extraterrestri di aspetto umano...

CG : Sì.

DW : ...che univano il loro DNA con il nostro, questo genere di cose?

CG : Sì, e manipolavano il nostro DNA. C’era anche una componente spirituale. Sono molto coinvolti in una parte dell’esperimento. Non si tratta solo di loro che sperimentano su di noi. Anche loro fanno parte di questo grande esperimento.

DW : Avevano uno scopo? Perché fanno questo? Perché gli interessa?

CG : Questo non lo so. Non so se lo facciano solo perché sono in grado di farlo, se stiano cercando di creare una sorta di essere superiore. Ma molto non - perché dovrebbero cercare di mescolare assieme tutto il meglio della loro genetica, e poi manipolare noi e la nostra civiltà per sottometterci?

DW : Da quanto tempo pensi che questo programma sia in atto?

CG : I 22 programmi differenti sono in corso da periodi di diversa lunghezza. Ma la manipolazione genetica di ciò che siamo, è cominciata almeno 250.000 anni fa.

DW : Wow.

CG : Ma questi programmi variano di durata dai 5.000, andando - hanno tutti una durata diversa.

DW : Questo non ha l’aria di qualcosa che il governo segreto della Terra o il governo eletto vorrebbe che questa gente facesse. Potremmo fermarli?

CG : Non penso. Voglio dire, siamo appena riusciti ad elemosinare un posto al loro tavolo, per poter prender parte alla discussione.

DW : Quindi questi extraterrestri sarebbero orientati sul negativo, o più sul neutrale, non sarebbero del tipo proprio benevolo?

CG : Dipende dal tuo punto di vista. È tutta una [questione] di - è la prospettiva. È difficile dire, questo gruppo è positivo, questo gruppo è negativo, fra tutti quei gruppi, poiché loro vedono quello che stanno facendo come una cosa positiva.

DW : Nel tuo sito web hai menzionato qualcosa di nome LOC. Potresti dirci di cosa si tratta?

CG : Il Lunar Operation Command [Comando Operativo Lunare] è una struttura che si trova sul lato non visibile della luna, ed è una specie di struttura diplomatica neutrale a cui hanno accesso tutti i diversi programmi spaziali, e che viene da loro utilizzata. Ci sono alcune persone che vi stazionano e vi lavorano, ma è più che altro una stazione intermedia. La gente va e viene continuamente, per andare più lontano nel sistema solare e oltre, per andare su altre stazioni, altre basi, per raggiungere i vascelli a cui sono stati assegnati.

DW : Raccontaci cos’è realmente accaduto, come, partendo da casa tua, a un certo punto sei finito su un vascello di ricerca là fuori, nel nostro sistema solare, solo una breve panoramica di come’è andata.

CG : Mi trasportarono, nel mezzo della notte, con mezzi convenzionali, da casa mia alla Carswell Air force Base [Base dell’Aeronautica Militare di Carswell]. Sotto la Carswell Air Force Base, in una zona segreta della base, c’è un ascensore che ti porta molto in basso. E tante persone conoscono il sistema di tram che passa sotto gli Stati Uniti.

DW : Ho sentito degli insider che lo chiamavano sub-shuttle [navetta sub].

CG : Sì, è un sistema di navette. È come una mono-rotaia che passa attraverso un tubo, ed è come un Maglev, pure in un tubo sottovuoto. Da lì mi trasportarono in un altro luogo, da dove mi trasportarono al LOC tramite quello che alcuni chiamano un tipo di tecnologia “Stargate” [Portale Stellare]- o tecnologia del portale. Così raggiunsi il LOC, o Comando Operativo Lunare. E poi mi misero su una nave spaziale a forma di manta.

DW : Con una forma simile ad una razza?

CG : Sì, una nave che somigliava ad una razza o una manta. E con un mucchio di altre persone. E poi dalla luna fummo trasportati verso l’esterno del sistema solare.

DW : Quindi c’era una sorta di hangar [capannone] nel Comando Operativo Lunare.

CG : Sì, c’è una serie di hangar. Quello era l’hangar più grande.

DW : Ok, quanto è grande questa nave manta secondo le misure convenzionali ?

CG : Ci potevano volare circa 600 persone.

DW : Wow, quindi è piuttosto grande.

CG : Sì, ci trasportò alla nostra destinazione.

DW : Quanto tempo passasti al LOC prima di salire a bordo della nave manta?

CG : Non molto tempo, c’era - è lì che firmai le carte, anche se ero troppo giovane per firmare legalmente dei documenti. E mi fu spiegato che stavo prendendo un impegno per 20 anni. Lo chiamarono “ il 20 e ritorno.”

DW : Sembrava un set cinematografico futuristico preso direttamente da “Star Trek, Next Generation” quando eri lì? Che aspetto aveva?

CG : Di base solo corridoi molto stretti e porte dall’aspetto normale, ma niente di speciale - non aveva le porte di Star Trek che “swish” si aprono e “swish” si chiudono.. Non era per niente super progredito in quel senso.

DW : Quindi se tu lo filmassi all’interno, potresti facilmente convincere qualcuno che si tratta di un edificio di qui.

CG : Oh sì, senz’altro.

DW : Che aspetto aveva l’hangar? Aveva qualcosa di particolare?

CG : L’hangar era molto simile a una struttura Navale, tipo un misto tra un sottomarino della Marina e un hangar per i velivoli.

DW : Una volta dentro la manta, quanto durò il volo?

CG : Forse 30, 40 minuti.

DW : E poi cosa successe?

CG : Successe che per la prima volta ebbi modo di vedere il vascello di ricerca a cui stavo per essere assegnato.

DW : Per quanto tempo restasti su quel vascello spaziale?

CG : Fui assegnato al vascello di ricerca per sei anni.

DW : E hai detto che la durata totale del servizio era di 20 anni?

CG : Sì.

DW : C’è un motivo per cui ti tennero a bordo del vascello di ricerca solo per sei anni?

CG : L’insieme di abilità di empatia intuitiva era necessario in altri programmi, così mi trasferirono in più programmi per il resto dei 20 anni.

DW : Ci puoi fare un esempio di uno di questi programmi?

CG : Un esempio potrebbe essere il programma Intercept Intruder and Interrogation [Intercezione dell’Intruso e Interrogatorio].

DW : Cosa si definisce per intruso?

CG : Qualcuno che entra nel sistema solare o nell’atmosfera terrestre senza essere invitato o senza permesso.

DW : E tu saresti davvero in grado di arrestare questa gente e far loro delle domande?

CG : C’era una squadra, che era parte di quel programma, che lo faceva. Io ero presente durante l’interrogatorio come empatico intuitivo.

DW : E come dicevi prima, cerchi di individuare l’inganno?

CG : Giusto, più o meno A volte quando comunichi con questi altri esseri si chiama interfacing (interfacciare). A volte c’era bisogno di me per interfacciare, e a volte ero lì solo per “leggerli”, leggere le loro emozioni, e per vedere se fossero sinceri, come una macchina della verità umana.

DW : E la consapevolezza funziona in modo sufficientemente simile da poter leggere gli extraterrestri e funziona su per giù come se fosse un essere umano?

CG : Assolutamente.

DW : Quindi dopo i 20 anni di servizio lasciasti il programma.

CG : A parte qualche lavoro di follow-up che mi fecero fare, praticamente il mio mandato terminò.

DW : Sul tuo sito web, hai menzionato che ci sono cinque fazioni all’interno del programma spaziale segreto. Ci potresti rapidamente delineare chi sono queste cinque fazioni e un pochino in che modo l’uno sia diverso dall’altro abbastanza da renderli differenti?

CG : Certo. Comincerò dal più vecchio, che è “Solar Warden (Guardia solare). Furono avviati verso la fine degli anni ’70, ’80, durante la SDI, “Strategic Defense Initiative“ [Iniziativa per la Difesa Strategica] - mi pare che si chiamasse così - subito prima e dopo Reagan. E poi abbiamo l’ICC, Interplanetary Corporate Conglomerate [il Conglomerato Aziendale Interplanetario], che sono delle società aziendali di tutto il mondo che hanno dei rappresentanti in un consiglio super-aziendale che controlla l’infrastruttura del programma segreto che hanno nello spazio, che è enorme. Abbiamo la Dark Fleet [Flotta Oscura], che è una flotta molto segreta che opera principalmente nella parte esterna del sistema solare. Abbiamo vari programmi segreti spaziali per le BlackOps (Operazioni in nero/nascoste) che mettiamo assieme in un unico gruppo. E poi abbiamo il gruppo della Global Galactic League of Nations [Lega Globale Galattica delle Nazioni], che è un po’ come la carota che venne offerta alle altre nazioni per fare in modo che mantenessero il velo di segretezza su quanto accadeva nello spazio esterno, dando loro un programma spaziale e raccontando loro una storia del tipo “Ci sono certe minacce, o possibili invasioni, dobbiamo unirci e lavorare assieme.” E quella [loro] struttura che visitai un paio di volte sembrava uscita dallo show televisivo "Stargate Atlantis," c’era un ambiente veramente molto rilassato, con la gente che girava in tuta con le insegne di tutti i diversi paesi del mondo. Anche loro sono quasi sempre al di fuori del Sistema Solare.

DW : Hai menzionato molte volte il termine alleanza, e penso che su quello ci potrebbe essere una certa confusione.

CG : C’era l’Alleanza della Terra. Loro hanno dei progetti completamente diversi. In pratica a loro interessa creare un nuovo sistema finanziario e destituire la Cabala, e qualche altra cosa che vorrebbero realizzare. E poi c’è l’Alleanza Spaziale, iniziata dalla fazione di Solar Warden e composta principalmente dallo stesso Solar Warden, a cui in seguito si si sono uniti i disertori degli altri programmi spaziali segreti. E questi disertori degli altri programmi spaziali, hanno abbandonato i loro programmi con le loro navi, e intelligence, nonché informazioni.

DW : Qual è la sequela di eventi che ti hanno portato a diventare un informatore, e che ha portato a ciò che vediamo ora, con questa spinta verso la divulgazione?

CG : Sono stato contattato da un gruppo ET di intensità più elevata, che ora è conosciuto come i Blue Avians (Aviari Blu).

DW : E aviario significa uccello?

CG : Uccello.

DW : Quindi com’è la loro apparenza?

CG : Sono alti otto piedi (2.4 m). Sembrano molto ad un uccello. Sono di colore tra il blu e l’indaco con delle piume.

DW : Dici molto simili ad un uccello, ma, vuoi dire che sono di fatto degli uccelli con le ali?

CG : Niente ali. Appaiono molto simili all’uomo nel torso, braccia, mani, piedi...

DW : Allora sono degli ominidi. È come una testa di uccello su un corpo umano?

CG : Sì, ma non hanno un lungo becco, come un sacco di gente li sta cercando di rappresentare su Internet. È un becco molto morbido e flessibile, e quando parlano usano un linguaggio dei segni o fanno dei movimenti con una mano. E poi muovono la bocca e comunicano telepaticamente.

DW : Allora, chi sono questi Blue Avians? Da dove vengono? Hanno dei piani?

CG : I Blue Avians mi dissero che loro e gli altri esseri con cui lavorano provengono dalla sesta fino alla nona densità e...

DW : E cos’è una densità?

CG : Tutto ciò che ci circonda è composto da materia, energia. Il pensiero è tutto fatto di vibrazioni. E viene da una vibrazione o frequenza diversa.

DW : Quindi è come un altro piano di esistenza?

CG : Giusto.

DW : È da qualche altra parte nella galassia o nell’universo, o è attorno a noi?

CG ; Non è su un lontanissimo pianeta vicino al centro della galassia o qualcosa di simile. È tutto attorno a noi. È molto vicino e lontano allo stesso tempo.

DW : E qual è il loro piano? Perché sono qui?

CG : Sono già qui da un bel po’. Stavano osservando, ma sono qui per - ci stiamo muovendo in una parte della galassia che è altamente energetica e che cambierà la densità del nostro sistema solare e del nostro ammasso stellare locale.

DW : Questo è qualcosa che ti hanno detto, o è qualcosa di cui hai avuto una prova tangibile nel programma spaziale?

CG : Ne abbiamo avuta una prova tangibile nel programma spaziale. Lo hanno studiato per un po’ di tempo, ma è anche qualcosa che mi hanno detto.

DW : Ok, e se entriamo in una densità diversa, i Blue Avians ti hanno detto cosa accadrà alla vita umana come la conosciamo ora?

CG : Che stiamo per passare attraverso un’esperienza di trasformazione che, fondamentalmente, modificherà il nostro livello di consapevolezza.

DW : Come sarà? Diventeremo più veggenti, più telepatici?

CG : Sì, cioè, ci sono un sacco di teorie. Non mi è stato detto che saremo in grado di fare questo o quello. Ho sentito un sacco di teorie. Non so se succederà a tutti subito o se ci sono persone che sono spiritualmente più evolute che inizieranno a mostrare prima questi segni. Non ho tutte le risposte. Non sono un guru. Non ho davvero tutte le risposte.

DW : Quindi Blue Avians, cercano di fare ciò che è meglio per noi, o hanno dei piani nascosti?

CG : Sono sicuramente di una polarità positiva. Da quel che capisco degli esseri di sesta o più alta densità, non hanno la tendenza ad avere dei piani, come noi cerchiamo di proiettare su di loro. A causa del nostro modo di pensare di terza, quarta densità, abbiamo dei motivi per tutto ciò che facciamo.

Si tratta di far soldi. Di manipolare le persone a fare o a pensare come noi. Non possiamo proiettare su di un essere di densità più alta e dire che si comporterà o penserà come noi. Sono qui con queste sfere giganti per aiutare a smorzare queste grandi onde di energia che come uno tsunami stanno entrando nel nostro sistema solare, e smorzano questa energia così che non ne riceviamo troppa in una sola volta, e per darci più tempo di prepararci.

DW : Se non utilizzassero queste sfere, cosa dicono che accadrebbe?

CG : Che un sacco di gente impazzirebbe, e ci sarebbe un gran caos.

DW : E quando parli di queste sfere, cosa guardiamo? La gente non riesce a vederle attraverso il telescopio.

CG : No. Sono anche loro di un’altra densità, e molte persone pensano che siano delle navicelle spaziali giganti. E sono quasi sicuro, dopo i miei numerosi viaggi in queste sfere, che questi sono queste sfere a un livello macro gigante. Questi piccoli esseri globo sono anche queste sfere giganti.

DW : Cosa sono gli esseri globo?

CG : Sono uno dei cinque esseri della Sphere Alliance [Alleanza della Sfera], ed hanno la densità più alta tra i cinque esseri.

DW : Così hai avuto degli incontri di persona con questi Blue Avians?

CG : Sì. Il mio nome fu menzionato come scelta possibile, come delegato, per far parte delle comunicazioni tra questo gruppo, il Consiglio dell’Alleanza del Programma Spaziale Segreto, e anche per iniziare a parlare a loro nome con questo vecchio consiglio della super federazione in cui ero stato come supporto nel mio ruolo di empatico intuitivo quando ero un giovane adolescente. Cercai di non accettare questa posizione di delegato. Non sono un pubblico oratore. Ho una voce debole. Stavo prendendo tutte queste scuse sul perché non ero adatto a fare il delegato. Stavo prendendo queste scuse dopo che mi avevano trasportato su una di queste enormi sfere che si trovano nello spazio, quando incontrai questo Blue Avian di nome Raw-Tear-Eir. E mentre cercavo di evitare di esser delegato, mi si avvicinò, mise la sua mano sul mio avambraccio, e mi comunicò telepaticamente che dovevo lasciar andare tutta la negatività e smettere di pensare alle cose negative. E la sua mano era lieve come polvere sulla mia pelle. Fu l’unica volta che mi toccò fisicamente. E poi mi disse che ciò che importava era il messaggio.

DW : Qual è il loro messaggio?

CG : Il loro messaggio per l’umanità è che - ed è un principio di molte religioni - è necessario che diventiamo più amorevoli. Abbiamo bisogno di perdonare noi stessi e perdonare gli altri, fermando così la ruota del karma. Abbiamo bisogno di concentrarci su come diventare più al servizio degli altri su base quotidiana. Ed è necessario che ci concentriamo sull’innalzamento della nostra vibrazione e consapevolezza.

DW : Beh, si vedono un sacco di persone che commentano in modo aggressivo gli articoli che dicono che l’élite ci vuole indirizzare verso una religione mondiale. Come facciamo a sapere che questa non è soltanto un’altra PsyOp [Operazione Psicologica] per cercare di farci tutti marciare di pari passo sotto dei nuovi controllori?

CG : Beh, questo è ciò che hanno detto, e quello che ho messo sulla mia pagina web è che non c’è bisogno di cambiare la tua fede o la tua religione. Puoi usare... queste credenze sono dei principi di tutte le maggiori religioni. Voglio dire, questo non è davvero nulla di nuovo. C’è poco tempo. Bisogna farlo. Bisogna che ci concentriamo su - se sei Cristiano, se sei Musulmano, se sei Buddista, lo puoi rimanere. Quella può rimanere la tua fede.

DW : Quindi non stanno cercando di porsi come il nuovo Dio?

CG : Assolutamente no. E una delle cose che mi hanno inculcato nella mente è che mi devo assicurare che questo non diventi un culto o una religione. E non ne conosco la storia, ma pare che ci hanno provato tre altre volte nel passato. E ogni volta il loro messaggio è stato distorto, e gli esseri umani lo hanno usato per controllare e lo hanno trasformato in culti e religioni.

DW : Beh, ovviamente qui abbiamo appena iniziato. Queste informazioni sono davvero affascinanti, e voglio solo dire che a livello personale convalidano così tante delle cose che ho studiato per moltissimi anni, e che ho fatto il possibile per sostenere con dell’evidenza scientifica. Per cui abbiamo molto di più di cui parlare. Siamo solo all’inizio., ma sono davvero felice che hai voluto farlo e ti sei fatto avanti. E ti onoro per il tuo coraggio e la tua prodezza. So che hai due bambini. Hai rinunciato ad un lavoro a sei cifre per questo. Quindi è davvero una grande cosa che ti sia fatto avanti, e lo apprezzo veramente. Per cui, grazie Corey.

CG : Grazie.

DW : Bene.


Politica di utilizzo: Si prega di pubblicare 1/3 di questo articolo e un link a questa pagina per il resto dell’articolo. Si possono fare citazioni prese da altre parti dell’articolo. Gradiremmo che tutti coloro che ri-pubblicano queste informazioni seguino questo standard.

Loading...